Il Samsung Gear S2 è il nuovo smartwatch di casa Samsung, uno dei prodotti più attesi nel settore dei wearable, specialmente perché è uno dei pochi smartwatch ad aver rinunciato ad Android Wear per affidarsi a Tizen, un altro sistema operativo orrimizzato per i piccoli display degli smartwatch.

Samsung Gear S2

Il Nostro Voto

Dove Acquistarlo al Miglior Prezzo?

 

Video Samsung Gear S2

 

Recensione Completa Samsung Gear S2

Salve a tutti i nostri utenti, dopo tante richieste finalmente pubblichiamo la recensione del nuovo Samsung Gear 2, il nuovo smartwatch della casa coreana che insieme all’Apple Watch sono stati tra gli orologi smart più attesi dell’anno

I laboratori di Samsung hanno dato alla luce il nuovo Gear S2, uno smartwatch che si distingue immediatamente dagli altri per il suo design circolare e una ghiera girevole con funzione di navigazione. Delle tre versioni disponibili, quella standard, classica e 3G, abbiamo analizzato le prime due, poiché la terza non può ancora essere commercializzata in Europa per i motivi che vedremo di seguito.

Il design

Samsung Gear S2 ConfezioneLa cassa metallica del Samsung Gear S2 è lucida per il modello classico e opaca con due tonalità per quello standard. Il quadrante monta un display di 1,2 pollici di diametro, realizzato con tecnologia Amoled e protetto dal vetro Gorilla Glass di terza generazione della casa Corning. Questo tipo di vetro è caratterizzato da una maggior robustezza rispetto ai suoi predecessori, consentendogli di essere anche più compatto e sottile di circa il 20%.

L’altezza della ghiera circolare del Samsung Gear S2 modello classico combacia sostanzialmente con il vetro ed è provvista di una piccola cresta esterna, mentre quella del modello standard, lievemente più rialzata, ha il bordo liscio; tuttavia, entrambe le tipologie di lunetta non mostrano alcun problema durante la rotazione che risulta pulita e precisa.

Samsung Gear S2 Contenuto ConfezioneIl Samsung Gear S2 ha due grandi pulsanti, molto comodi da premere ed entrambi posti sul lato destro della cassa; il più vicino al corpo ha la funzione di avviare l’app drawer ovvero portare l’user alla schermata iniziale (home), mentre l’altro consente di spostarsi all’interno delle varie schermate.

Il grado di utilizzabilità dei tasti per la navigazione risulta comunque inferiore a quello della lunetta, la quale offre un controllo decisamente più veloce e preciso, grazie anche alle diverse posizioni scandite ad intervalli regolari da un piccolo scatto che permette di apprezzare l’ampiezza del movimento circolare.

Guardando il lato posteriore del Samsung Gear S2, troviamo un altro pannello in vetro Gorilla Glass 3 che protegge il sensore del cardiofrequenzimetro, posizionato al centro.

Una bordura ad anello in acciaio inox protegge infine l’intera scocca ed il vetro contro eventuali urti e graffi.

Design e tipologie del cinturino

Samsung Gear S2 CinturiniSamsung propone un cinturino in pelle tradizionale per il Samsung Gear S2 classico, il cui sistema di attacco alla cassa consente un’agevole sostituzione con altri modelli, purché siano tutti di larghezza pari a 20mm.

Il Samsung Gear S2 standard nasce invece con un cinturino in materiale plastico, anch’esso semplice da togliere.

Ricordiamo che nella versione standard il cinturino non sostituibile con qualsiasi altro tipo di braccialetto, a causa della particolare conformazione più spessa delle alette che ne limita la versatilità.

La scelta del materiale plastico per quest’ultimo modello deriva dalla sua vocazione sportiva, consentendo così di indossarlo anche durante l’attività in acqua come il nuoto.

Nella confezione dello Samsung Gear S2, insieme all’alimentatore a parete per effettuare la ricarica ad induzione, abbiamo trovato anche un secondo cinturino più piccolo, che sarà certamente apprezzato dalle persone dotate di polsi particolarmente sottili.

Samsung Gear S2 WatchfacesSamsung ha voluto inoltre certificare la resistenza all’acqua del suo Samsung Gear S2, qualificandolo IP68, che significa che questo smartwatch è in grado di rimanere immerso per un tempo indefinito ad una profondità superiore ad un metro senza riportare alcuna conseguenza. Naturalmente questa possibilità non è sfruttabile con braccialetti di materiale non plastico.

Per la scelta del design del cinturino, che sostanzialmente verte sui colori (2 possibilità per entrambi i modelli) e le rifiniture delle cuciture, è possibile agire direttamente dai box di selezione del sito ufficiale della Samsung durante il procedimento di acquisto online del prodotto.

Riguardo alla robustezza del braccialetto, dobbiamo rilevare che alcuni utilizzatori del modello standard hanno lamentato una eccessiva delicatezza nel punto di unione con la cassa, soprattutto durante le attività sportive. Questa nota, di cui dobbiamo comunque tenere conto, ci sorprende in quanto questo modello avrebbe dovuto dare il meglio di sé proprio sotto questo profilo.

Un punto di forza del Samsung Gear S2 è senz’altro la sua ergonomia, poiché pesa solo 47 grammi ed è più sottile di molti altri smartwatch, con i suoi 11,4 millimetri. Inoltre, la struttura compatta (42,3mm x 49,8mm) si adatta bene anche alle corporature minute.

Prestazioni e funzionalità del Gear S2

Il sistema operativo

Samsung Gear S2 InterfacciaPer il Gear S2 Samsung ha scelto il sistema operativo open source Tizen, particolarmente adatto per il sistema di navigazione di questo smartwatch, che trova immediatamente il suo migliore alleato nel comodo movimento circolare della ghiera. Gli altri sistemi operativi più diffusi per questa tipologia di dispositivi, come ad esempio il noto Android nella sua versione indossabile (Android Wear), non avrebbero potuto sfruttare questa caratteristica peculiare del Gear S2.

Il livello di personalizzazione dello sfondo è notevole, potendo anche utilizzare diversi motivi già preinstallati. Tutte le app sono facilmente accessibili sul lato destro, mentre sull’altro troviamo lo spazio dedicato alle notifiche.

Le applicazioni presenti di default sul Gear S2 sono diverse, distribuite in circa due schermate, ma se si è abituati ad un utilizzo massiccio delle app di Google, il passaggio con le omologhe app di Tizen potrebbe non essere indolore.

Inoltre, il Play Store per questo sistema operativo risulta piuttosto povero, motivo per cui gli user che amano affollare di app i propri dispositivi potrebbero rimanere un po’ delusi di fronte a questo limite. Comunque, alcune delle app preinstallate hanno attratto la nostra attenzione, come S Health per i programmi dedicati alla cura e salute del corpo ed il cardiofrequenzimetro.

Volendo installare a tutti i costi app di terze parti dobbiamo considerare che la loro compatibilità con il Gear S2 non è assicurata, poiché l’intero sistema funziona esclusivamente con le API standard di Google.

Una nota a parte merita il motore per la gestione vocale di questo smartwatch, ossia S-Voice. Questa funzione risulta particolarmente comoda per i piccoli dispositivi che non permettono un agevole inserimento a mano del testo, consentendo non solo di scrivere usando direttamente la propria voce, ma anche di attivare l’orologio ed impartire altri comandi.

Samsung Gear S2 MenuNavigando all’interno delle schermate possiamo sapere in qualunque momento dove ci troviamo, semplicemente osservando l’indicatore a pallini posto nella parte superiore del quadrante. L’utilizzo della lunetta circolare per spostarsi tra le diverse icone si rileva immediatamente la modalità più naturale e riuscita per spostarsi all’interno del Samsung Gear S2, soprattutto con la disposizione a cerchio delle stesse app.

Come per gli altri dispositivi Samsung, anche per il Samsung Gear S2 l’azienda sudcoreana permette a tutti gli utenti registrati di usufruire di varie funzionalità aggiuntive come, ad esempio, il blocco della riattivazione del sistema operativo e la funzione di ripristino della configurazione completa.

Il primo servizio impedisce alle persone senza codice di sblocco di utilizzare il Gear S2, anche se effettuano il reset alle impostazioni di fabbrica; mentre il secondo servizio risulta molto pratico per abbreviare considerevolmente il lavoro di ripristino dei contenuti e delle varie personalizzazioni.

Cliccando sull’icona delle impostazioni di sistema abbiamo trovato una discreta varietà di parametri configurabili, quali la luminosità dello schermo e l’opzione di mantenerlo sempre attivo, il settaggio relativo alle varie tecnologie implementate per la connettività, la personalizzazione dei tasti e la modalità di risparmio energetico, oltre alla già citata facoltà di cambiare lo sfondo.

Connettività

Samsung Gear S2 EsplosoIl Samsung Gear S2 dispone di tutti i protocolli principali di comunicazione wireless, ossia il WIFI per le medie e lunghe distanze, il Bluetooth per le medie e piccole distanze e la meno nota tecnologia NFC per le comunicazioni di prossimità (10 cm al massimo).

Il modello Samsung Gear S2 3G ha in più il modulo di comunicazione HSDPA che gli consente di effettuare e ricevere chiamate senza necessità di alcun smartphone. Per questa ragione al suo interno è prevista una e-SIM, ossia la versione “embedded” della SIM tradizionale per cellulari.

Come accennato all’inizio di questa recensione, il protocollo di trasmissione dati “High Speed Downlink Packet Access”, introdotto nell’ambito dello standard UMTS e caratteristico del Samsung Gear S2 3G, non è ancora utilizzabile in Europa, poiché i relativi operatori del settore della telefonia non riconoscono questo sistema.

Per inciso, la e-SIM del Gear S2 3G non è da confondere con una mini SIM, in quanto non è separabile dal dispositivo, ma è invece riprogrammabile alla stregua di una memoria ROM.

Un altro plus a favore del Samsung Gear S2 3G, ovvero limite degli altri due modelli di Samsung Gear S2, è rappresentato dal modulo GPS, la cui assenza nei modelli standard e classico è difficilmente comprensibile se si considera che questo strumento svolge un ruolo fondamentale nell’ambito delle funzionalità legate al fitness.

Una indagine condotta nel Regno Unito ha rilevato che il principale impiego degli smartwatch è proprio quello di servire come personal training, mediante programmi di allenamento più o meno sofisticati. Senza GPS è logicamente impossibile calcolare spostamenti e velocità e, quindi, valutare eventuali progressi nella corsa in modo preciso e automatico.

Dal punto di vista della qualità di connessione, i protocolli presenti nel Samsung Gear S2 hanno sollevato alcune osservazioni non sempre positive. Innanzi tutto, come spesso accade tra i due principali sistemi WIFI e Bluetooth, il primo supera ampiamente il secondo in termini di affidabilità e stabilità, sebbene sia più esigente dal punto di vista energetico.

Secondariamente, osservando solo il WIFI per un tempo più prolungato, abbiamo avuto la sensazione che tale maggiore stabilità relativa sia in realtà più teorica che reale per questo smartwatch: nelle prove di connessione con lo smartphone, per effettuare la sincronizzazione dei dati via WIFI, abbiamo riscontrato delle difficoltà su entrambi i modelli di Samsung Gear S2 nel momento in cui dovevano stabilire autonomamente il collegamento. Sono stati necessari infatti diversi tentativi di connessione e, quando la perdevano, il più delle volte è stato necessario effettuare manualmente la connessione WIFI. Fortunatamente, il procedimento manuale di attivazione WIFI sul Tizen richiede pochissimi e semplici passaggi, ma rimane comunque un problema degno di rilievo.

Collegando il Samsung Gear S2 ad altri dispositivi non Samsung (Nexus) montanti Android 6.0 non abbiamo riscontrato particolari problemi di compatibilità, sebbene le prestazioni siano comunque migliori con sistemi Galaxy.

In generale, secondo le indicazioni di Samsung, la funzionalità dello smartwatch è garantita con tutti i dispositivi dotati di almeno 1,5GB di ram, sui quali gira Android 4.4.4 KitKat o una versione superiore.

I sensori

Samsung Gear S2 DietroIl Samsung Gear S2 è provvisto di un discreto set di sensori ambientali, quali il sensore di luminosità, il giroscopio, il barometro, l’accelerometro e l’interessante cardiofrequenzimetro, associato all’appHealth S. Quest’ultima app è abbastanza sofisticata, poiché è in grado di riconoscere in maniera automatica il tipo di attività ginnica che si sta praticando e adattare l’aspetto cromatico del display in funzione dell’intensità cardiaca.

È inoltre possibile tenere sotto controllo il comportamento del cuore per un arco temporale di 24h ed essere sollecitati al movimento nell’ambito di specifici programmi fitness, qualora il Sasung Gear S2 si “accorgesse” che ci stiamo rilassando troppo.

Come però accade frequentemente a tutti i cardiofrequenzimetri da polso che non sono abbinati ad una fascia toracica, la qualità del rilevamento del battito del cuore può essere condizionata negativamente dalla eventuale posizione non corretta del sensore rispetto all’arteria radiale, ovvero dalla presenza a livello del polso di un eccesso di adipe.

Prestazioni

Samsung Gear S2 DesignIl Samsung Gear S2 è equipaggiato con un processore dual-core da 1 GHz di frequenza e una memoria interna da 4GB, mentre la RAM raggiunge il valore di 512MB. Complessivamente, la velocità di questo smartwatch è buona e altrettanto apprezzabile la stabilità del suo sistema operativo.

Il Samsung Gear S2 è dotato di una batteria di potenza pari a 250mAh che raggiunge il valore di 300 mAh nella versione Gear S2 3G per far fronte al maggior fabbisogno energetico richiesto dal modulo GPS e dallo speaker collegato con la funzione telefonica.

L’autonomia dichiarata da Samsung è di 2-3 giorni, ma con la connessione WIFI sempre attiva, siamo riusciti a utilizzarlo per circa 30 ore, prolungabili di altre 10-18 ore circa impiegando il Bluetooth in alternativa al primo protocollo di connessione, come già detto energicamente più dispendioso, ed impostando la luminosità del display a valori relativamente bassi.

Durante la ricarica della batteria, che può essere effettuata direttamente con l’alimentatore a parete oppure semplicemente con il cavetto collegato ad un PC, il Samsung Gear S2 mantiene spento il display, impedendo di fatto qualsiasi utilizzo parallelo. Questo aspetto potrebbe sembrare irrilevante, se non fosse che molti appassionati di questa categoria di prodotti apprezzano il fatto di poterli utilizzare come sveglia notturna a fianco del letto.

Samsung Gear S2 RicaricaRestando in tema di consumi, la funzione di risparmio energetico del Samsung Gear S2 consente di allungare ulteriormente lo stato di attività di questo smartwatch, ma limita notevolmente i servizi disponibili: oltre all’esclusione dei colori dello sfondo, utilizzando in questa modalità solo la scala di grigi, viene ridotto fortemente il WIFI e permesso solo alle notifiche di chiamata e dei messaggi (quando collegato allo smartphone) di comparire sullo schermo.

La risoluzione del display è pari a 360 x 360 pixel (424 ppi) e, grazie alla tecnologia Amoled, il fondo nero è molto più profondo rispetto allo schermo a LED montato su altri smartwatch.

Per questa ragione, la qualità dei colori offerti da questo display risulta sensibilmente superiore, compensando la densità dei pixel, che è relativamente bassa se paragonata alla risoluzione media di questi dispositivi.

L’aggiornamento software

Il tema di aggiornamento del software del Samsung Gear S2 dobbiamo dedicare un capitolo a parte, soprattutto in considerazione del fatto che questo prodotto rappresenta la prima vera implementazione pubblica di Tizen. Samsung ci ha comunque dato prova di voler curare lo sviluppo e l’integrazione di questo sistema con i suoi prodotti. Alcuni dei bug riscontrati con la versione di esordio del Tizen, in particolare quelli relativi alla qualità di connessione con la corrispondente app dello smartphone, sono stati in parte risolti con l’ultima versione del firmware numero R720XXU2BPA4, la quale ha anche apportato alcuni miglioramenti in termini di prestazione generale e nuove funzionalità. Questo pacchetto pesa complessivamente 91MB e la sua installazione è consigliata caldamente. In ogni caso è opportuno prestare attenzione anche a tutti i futuri aggiornamenti, poiché i problemi descritti precedentemente riguardanti la stabilità della connessione, con particolare riferimento alla capacità di riconnettersi in maniera automatica, restano ancora insoluti.

 

Scheda Tecnica

  • MISURE E DIMENSIONI
    Peso 47.0 grammi
    Altezza 49.8 millimetri
    Larghezza 42.3 millimetri
    Spessore 11.4 millimetri
  • DISPLAY PRINCIPALE
    Dimensione 1.20 pollici
    Risoluzione 360 x 360 pixel
    PPI 302 pixel per pollice
    Matrice Display Super AMOLED touch a colori
  • SENSORI
    Accelerometro
    Giroscopio
    Cardiofrequenzimetro
    Sensore di prossimita’
    Barometro
  • BATTERIA E AUTONOMIA
    Batteria Li-Ion
    Potenza Batteria 250 maH
    Batteria Fissa
    Autonomia Standby 72 ore
    Autonomia Conversazione 48 ore
  • HARDWARE E SISTEMA OPERATIVO
    Sistema Operativo Tizen OS
    Processore Exynos 3250
    Numero Core 2
    Potenza 1.00 Ghz
    Ram 512 Mb (0.51 GB)
    Memoria Interna 4096 Mb ( 4.00 GB)
  • FUNZIONI TELEFONO
    Rubrica
    Vivavoce
  • DATI E CONNETTIVITA’
    Bluetooth 4.1
    Profili Bluetooth A2DP
    Wifi Si 802.11 b/g/n
    Nfc Si
  • AUDIO
    Riproduzione Audio: MP3, M4A, AAC, OGG.

 

Vantaggi e Svantaggi

vantaggi

Vantaggi

  • Elegante e ben costruito,
  • Comando girevole della lunetta pratico ed innovativo,
  • Ottimo display,
  • Sistema operativo intuitivo.

svantaggi

Svantaggi

  • Connettività non sempre stabile,
  • Mancanza di un supporto da comodino.
  • Costoso

 

Le Nostre Opinioni

Il Samsung Gear S2 è complessivamente un ottimo prodotto Samsung, ben rifinito dal punto di vista estetico e dell’interfaccia elettronica. I materiali utilizzati nell’assemblaggio di questo smartwatch sono qualitativamente ottimi, in particolare il vetro antigraffio montato da ambo i lati della cassa e la scelta di utilizzare l’acciaio inossidabile al posto del più comune alluminio.

Lascia tuttavia un po’ a desiderare la qualità del polimero plastico del cinturino sintetico del modello standard, in particolare il suo sistema di attacco alla cassa che, come abbiamo potuto apprendere da alcune testimonianze da parte di persone che lo hanno utilizzato in palestra, ha mostrato qualche punto debole.

Il limite principale del Samsung Gear S2 resta comunque l’impossibilità di essere utilizzato come telefono, nonché come personal trainer completo di tutte le classiche funzioni di localizzazione della posizione vista la mancanza del Gps nei modelli non 3G. Se a questi limiti aggiungiamo i problemi di connessione riscontrati durante le prove, allora consigliamo di provarlo con attenzione con il proprio smartphone prima di acquistarlo.

In conclusione, il Samsung Gear S2 è un oggetto interessante e certamente accattivante, e sicuramente lo consigliamo, anche perché secondo noi è attualmente il miglior smartwatch in circolazione.

Voti Finali

  • Design - 8.8/10
    8.8/10
  • Materiali - 8.8/10
    8.8/10
  • Rilevazione - 8.4/10
    8.4/10
  • Funzionalità - 8.8/10
    8.8/10
  • Qualità / Prezzo - 8.5/10
    8.5/10

Voto Totale

8.7/10

 

Share Button