Il Polar V650 è un ciclocomputer avanzato con GPS integrato, mappe OpenStreet, funzione back to home per l’orientamento nei tracciati e altimetro barometrico, per un’accurata misurazione di altitudine e salita/discesa.

La connettività via Bluetooth Smart garantisce la compatibilità con un’ampia scelta di sensori esterni, tra cui pedaliere per il calcolo di cadenza e potenza della pedalata e fasce per la frequenza cardiaca.

Polar V650

Il Nostro Voto

Dove Acquistarlo al Miglior Prezzo?

 

Video Polar V650

Recensione Completa Polar V650

Il Polar V650 è un minicomputer da bicicletta dotato di un affidabile GPS integrato, supporto per le mappe e funzioni di monitoraggio delle prestazioni.

Si tratta di un device concepito per i ciclisti attenti alla performance e con un forte desiderio di migliorare la forma fisica e ampliare i propri orizzonti di formazione. Non è il più piccolo dispositivo in commercio nella sua categoria, né il più leggero, ma si propone comunque come un prodotto capace di riassumere in sé tutte le caratteristiche migliori di un monitor dedicato per il ciclismo.

Merito della connettività via Bluetooth, che pone il Polar V650 al centro di un network di sensori specializzati come pedaliere e fasce cardio, per dare al ciclista una visione completa dei propri allenamenti e progressi.

Da segnalare poi il ricco corredo di metriche avanzate, l’utile feedback in tempo reale e i report di fine sessione, un piccolo assaggio delle funzionalità di personal coaching implementate nel dispositivo.

Il Polar V650 permette la visualizzazione in alta risoluzione delle mappe di OpenStreet, funge da bussola digitale per indicare al ciclista la strada del ritorno e si integra perfettamente anche con il portale web Polar Flow, aprendo la strada ad un’analisi accurata della risposta del corpo agli sforzi sostenuti e alla condivisione in rete, grazie al gemellaggio con la community on-line di Stavra.

Design e Materiali

Polar V650 SchermataIl design del Polar V650 è estremamente simile a quello del più recente Polar M450, il suo “fratello minore”, segno evidente delle intenzioni della società finlandese di creare una famiglia di prodotti visivamente omogenea e funzionalmente complementare.

Con un peso di 120 grammi, uno spessore di 16 mm (20 con supporto) e uno chassis da 10,5×6,3 cm il Polar V650 si presenta come un device piuttosto grande per la sua categoria, ingentilito però da un design palesemente ispirato a quello degli smartphone.

Agli standard imperanti in fatto di telefonia mobile si rifà sia per le linee generali, da tavoletta con cassa in policarbonato e finestra con vetro Asahi Dragon Trail, che per il layout dell’interfaccia, costituita da un display touchscreen a colori da 2,8 pollici e ad alta risoluzione (320 x 240 pixel) e tasto home posto sotto di esso.

Il pulsante centrale funge anche da start/stop e misuratore di lap, ed un secondo pulsante laterale apre un sotto-menù per il blocco dello schermo, la calibrazione dell’altitudine, la ricerca dei sensori e l’accensione/spegnimento dell’unità.

Nel retro del dispositivo è collocato uno sportelletto impermeabilizzato a protezione della porta USB per la ricarica della batteria e il trasferimento dati, mentre il device in sé è solo resistente all’acqua, con certificazione IPX7.

Una caratteristica assente nella concorrenza è la presenza di un LED frontale per le segnalazioni di sicurezza, montato anche nel più piccolo M450, controllabile in manuale o gestito in automatico dal sensore per il rilevamento della luminosità ambientale.

Il Polar V650 è dotato di supporto per l’ancoraggio al manubrio della bicicletta ed è acquistabile da solo o in accoppiata con fascia cardio Bluetooth.

Caratteristiche e Funzionalità

Polar V650 RetroIl Polar V650 ha tutte le funzionalità che potremmo attenderci da un bike computer. Monitora distanza percorsa, altitudine, salita/discesa e velocità (inclusa la VAM, la velocità ascensionale media), grazie al GPS e all’altimetro incorporati. La sua più grande risorsa è pero la connettività tramite Bluetooth Smart, che porta il tracking delle prestazioni ciclistiche ad un livello superiore.

Il Bluetooth apre infatti la strada all’impiego dei molti dispositivi wireless compatibili (anche di terze parti), come sensori dedicati per la velocità, per la cadenza e la potenza, pedaliere Kéo Power per il calcolo dei cosiddetti Force Vector (anch’essi legati a forza e velocità della pedalata) e fasce cardio come l’H7 di Polar, presente nella versione bundle del dispositivo.

Il Polar V650 può mostrare fino a sei schermate d’allenamento, ciascuna con un massimo di otto campi dati, come velocità, altitudine, e frequenza cardiaca, alcuni dei quali visualizzabili anche in forma grafica.

Particolare risalto è dato proprio alla frequenza cardiaca, che il device utilizzerà come parametro primario per misurare l’impatto degli allenamenti. Al primo avvio dovremo compilare degli appositi campi con peso, età e FCmax, la frequenza cardiaca massima, che poi saranno impiegati dal dispositivo sia per il calcolo delle calorie bruciate che dell’HR e del VO2max (un indicatore del volume massimo di ossigeno consumabile per minuto).

Questi valori saranno utili tanto nel contesto dell’app per smartphone che del portale Polar Flow, la piattaforma on-line per tutti i dispositivi di questa casa, ottimizzata per l’analisi e la condivisione dei dati sia sul proprio circuito interno che in accoppiata alla community per biker e runner Stavra.

Usato come personal trainer e fitness coach, il Polar V650 prevede cinque Sport Zone da selezionare ad inizio allenamento, su cui fornirà poi un feedback relativo al tempo trascorso all’interno della zona cardio di riferimento e a quali benefici esso abbia prodotto.

È il cosiddetto Training Benefit, da usare insieme alla funzione di calcolo dei Carichi di lavoro (un indicatore del livello di affaticamento del corpo) e a quella per gli Stati di recupero, gli stop da imporsi tra un allenamento e l’altro per reintegrare le energie perdute.

Il training benefit è immediatamente consultabile su device, mentre le altre due funzioni si appoggiano al portale Polar Flow.

Rimanendo in tema di web, non si può fare a meno di menzionare il supporto – del tutto gratuito – ad OpenStreet, le cui mappe sono caricabili su device e qui visualizzabili in alta risoluzione, con una proiezione su di esse del tracciato percorso (su aree da 450 x450 km) e funzione Back To Start, l’indicazione cioè del punto da cui siamo partiti.

La memoria interna del Polar V650 può archiviare fino a 10.000 ore di dati, mentre la batteria ricaricabile ai polimeri di litio da 1900 mAh garantisce un’autonomia nell’ordine delle 10 ore di allenamento con sensori attivati.

Funzioni dell’Activity Tracker

Polar V650 AppL’activity tracking è gestito attraverso il “cruscotto” del Polar V650. La home screen dispone di quattro caselle, relative alla cronologia di guida, il menu delle impostazioni, i profili di guida selezionabili (in tutto quattro), e quelli delle biciclette. Il dispositivo supporta fino a quattro biciclette, di cui dovremo inserire manualmente le specifiche tecniche e la suite di sensori esterni ad esse associate.

Cambiando bicicletta, non dovremo fare altro che attivare il relativo profilo e il bike computer si occuperà del resto, consentendo al ciclista di passare non solo da un tipo di allenamento all’altro (ad esempio biking di montagna o su strada), ma di cambiare cavalcatura a seconda della specialità.

Una barra di stato nella parte inferiore dello schermo contiene le icone per GPS, frequenza cardiaca, cadenza e velocità, cerchiando in verde quelle collegate ad un sensore attivo e pronto all’azione e marcando con un lampeggiante quelle ancora in attesa di sincronizzazione via Bluetooth.

Il Polar V650 dispone di 4 Profili per il ciclismo: MTB, Su Strada, Indoor e “Altro”. Per ogni profilo l’utente ha la possibilità di impostare esattamente ciò che intende vedere. Le opzioni disponibili sono decine, tra cui i totali, le medie e i valori massimi, corredati da altitudine e frequenza cardiaca e accessibili direttamente da device, senza il ricorso al PC o al Mac.

La visualizzazione sotto forma di grafico, concessa per molti parametri, è particolarmente ideale per un rapido colpo d’occhio delle nostre prestazioni, soprattutto i dati cardio, mostrati sia durante che a fine allenamento.

Il GPS risponde bene ed offre performance comparabili a quelle di altri dispositive di buon livello. Generalmente impiega solo pochi secondi ad agganciare il segnale, mentre lo stesso non può dirsi dei sensori Bluetooth, che occasionalmente perdono l’allineamento o tardano ad essere riconosciuti dal Polar V650, specie se ve ne sono parecchi collegati contemporaneamente.

Anche la sincronizzazione con smartphone fa ricorso al Bluetooth. L’app Polar Flow è disponibile sia per iOS che per Android, ma solo quella per dispostivi Apple è pienamente ottimizzata. Problemi di compatibilità si segnalano anche per Mac (ma non per PC) dotati di El Capitan, come diretto risultato di un firmware che nell’ultimo anno di vita del device ha ricevuto numerosi e significativi aggiornamenti.

Una volta superate queste difficoltà con il giusto update avremo però una piattaforma stabile, performante e ottimamente integrata con Polar Flow, la principale fonte di interpretazioni riassuntive delle metriche, con uno storico per giorno, settimana e mese.

L’assenza del supporto ad Ant+ (scartato in favore del solo Bluetooth Smart) si farà sentire dai ciclisti estimatori di questo tipo di sensori, ma è almeno parzialmente controbilanciata dalla felice integrazione di OpenStreet e della sua ampia scelta di mappe. Individuate on-line la vostra area di riferimento, collegate il Polar V650 ad un PC (o Mac) con il programma di interfaccia Polar FlowSync installato e al prossimo reboot il ciclocomputer sarà pronto a guidarvi con un mapping strada per strada.

Monitoraggio del Sonno

Il Polar V650 non supporta il monitoraggio del sonno. Questa funzionalità è prevista dal portale Polar Flow ed è supportata da numerosi activity tracker, tra cui il Polar Loop, che potremo in qualsiasi momento affiancare al ciclocomputer, per avere nel nostro spazio web e su app un profilo completo anche di questo importante parametro.

Notifiche

Il Polar V650 non offre attualmente alcun supporto alle notifiche da smartphone e prevede la connettività con il telefono al solo fine di consentire all’utente l’accesso all’app Polar Flow, per l’analisi avanzata dei dati.

Le smart notification rientrano comunque nel ventaglio delle feature che il costruttore intende inserire nel dispositivo e dovrebbero essere l’oggetto di un ulteriore software upgrade nel prossimo futuro.

 

 

Scheda Tecnica

  • MISURE
    Peso: 120 g
    Spessore: 16 mm (con supporto 20 mm)
    Dimensioni display: Display ad alta risoluzione (320×240)
  • DATI TECNICI
    Touch screen a colori
    Resistente all’acqua – IPX7
    Finestra con vetro Asahi Dragon Trail
    Cassa in policarbonato
    Avvisi sonori
    Luce LED anteriore
    Capacità memoria di oltre 10.000 ore
    Batteria ricaricabile con un tempo di allenamento di 10 ore
  • CONNETTIVITÀ
    Bluetooth® Smart
    Software aggiornabile
    Testo del display in 15 lingue
    Compatibile con sensori per la misurazione della potenza anche di altri marchi
    Compatibilità con servizio web Polar Flow su Mac OS X 10.6, OS X 10.7, OS X 10.8 o versioni successive e PC Windows 7, Windows 8 o versioni successive
    Lingue interfaccia: inglese, spagnolo, portoghese, francese, danese, olandese, svedese, norvegese, tedesco, italiano, finlandese, polacco, russo, cinese, giapponese

 

Vantaggi e Svantaggi

vantaggi

Vantaggi

  • Supporto a OpenStreet
  • Connettività con sensori specializzati
  • Prezzo competitivo
  • Ottima integrazione web
  • Firmware aggiornato costantemente

svantaggi

Svantaggi

  • Bluetooth talvolta instabile
  • Non ottimizzato per Android
  • Attualmente sprovvisto di notifiche
  • Chassis ingombrante

 

Le Nostre Opinioni

L’aspetto da smartphone potrebbe trarre in inganno, ma con il Polar V650 siamo in presenza di un bike computer a tutti gli effetti, dotato di un’ampia memoria per l’archiviazione dati e di un display con interfaccia touch di buona fattura, con un abbondante elenco di feature per ogni categoria di utenti.

Da premiare la poliedricità in fatto di metriche avanzate, garantita dalla connettività Bluetooth e dal vasto catalogo di sensori compatibili cui essa dà accesso, come pure il costante e puntuale supporto garantito dagli aggiornamenti firmware e dalla comunità web targata Polar Flow.

Il Polar V650 è un ulteriore prova dell’attenzione riposta da marchio finlandese nel miglioramento continuo della sua linea di tracker per il ciclismo e ci sentiamo di consigliarlo a tutti gli sportivi interessati a dare una nuova dimensione ai loro allenamenti.

Voti Finali

  • Design - 8.4/10
    8.4/10
  • Materiali - 8.5/10
    8.5/10
  • Rilevazione - 8.7/10
    8.7/10
  • Qualità / Prezzo - 8.6/10
    8.6/10

Voto Totale

8.5/10

 

Share Button

Visualizza le altre Recensioni della stessa categoria