Il Mio Link è un rilevatore di frequenza cardiaca da polso e rappresenta una soluzione ottimale per chi voglia fare a meno delle più ingombranti fasce HR da torace. Privo di display, il device impiega una doppia connessione via Bluetooth Smart e ANT+ per sincronizzarsi con lo smartphone ed altri dispositivi per il fitness.

Activity Tracker Mio Link

Il Nostro Voto

Dove Acquistarlo al Miglior Prezzo?

 

Video Mio Link

 

Recensione Completa Mio Link

Mio Link ProfiloIl Mio Link è un braccialetto da polso per il monitoraggio del battito del cuore, tra i parametri di riferimento per chi pratichi attività sportive ad ogni livello.

Normalmente i dispositivi di questo tipo prendono la forma di fasce più o meno ingombranti da indossare al torace, ma Mio offre in questo caso una soluzione alternativa decisamente confortevole.

Il Mio Link è abbastanza leggero da essere indossato insieme ad un altro device per il fitness, come ad esempio uno sportwatch con GPS, e dotato di connettività sia in standard Bluetooth Smart 4.0 che ANT+.

La prima permette la sincronizzazione con la maggior parte degli smartphone in commercio (sia Android che iOS), mentre la seconda è dedicata soprattutto al dialogo con gli accessori high-tech per il fitness e lo sport.

Grazie al sensore ottico integrato, il Mio Link monitora in fase di allenamento il battito di chi lo indossa e consente la determinazione di zone cardio multiple, segnalando il loro eventuale superamento.

Il device non è dotato di display, ma comunica attraverso una serie di messaggi luminosi al LED e l’apposita app Mio GO, necessaria per la sua configurazione.

Non manca poi la possibilità di usare il Mio Link anche in accoppiata a qualsiasi app per il fitness disponibile sugli store on-line di Google e Apple.

Design e Materiali

Mio Link CinturinoL’estetica del Mio Link è subordinata alla sua funzionalità pratica. Le linee sono quelle tipiche di una smartband sportiva, con curve ergonomiche ed un ampio cinturino in silicone traforato, per consentire una migliore traspirazione.

I colori disponibili sono due (Slate Grey e Arctic White) e due sono anche le misure: small/medium (235 x 290 x 109 mm) e large (265 x 440 x 300 mm).

Come spesso accade per le smartband, cassa e cinturino sono un pezzo unico, all’interno di cui andremo ad inserire il nucleo del dispositivo, vale sa dire il modulo in cui trovano posto il sensore ottico HR, la batteria ricaricabile al litio-polimero (con cavetto USB e basetta nella confezione), l’interruttore on/off e il LED per le segnalazioni di stato della zona cardio e del livello di carica.

Il tutto rimane al sicuro sotto la scocca in silicone, morbida ma rinforzata per proteggere adeguatamente il modulo, che risulta resistente anche all’acqua, fino a 3 ATM (30 metri di profondità).

Pur nella sua semplicità, il design è curato e adatto a qualsiasi tipo di polso, una caratteristica essenziale per ogni sensore cardio a tecnologia ottica. Una corretta misurazione richiede infatti che il dispositivo sia saldamente assicurato al braccio e bene a contatto con la pelle, per ridurre la percentuale di errore nella rilevazione del flusso sanguigno.

Il comfort è merito anche del peso contenuto: 29,7 grammi per il modello s/m e 33.78 per il large.

Caratteristiche e Funzionalità

Mio Link RetroIl Mio Link ha un solo compito: rilevare il più accuratamente possibile la frequenza cardiaca dell’utente, risparmiando al contempo l’ingombro e la scomodità associate alle più voluminose fasce cardio.

Per ottenere questo risultato, il device impiega un sensore a tecnologia ottica, calibrato da Mio per offrire prestazioni paragonabili a quelle di un ECG, anche in condizioni d’uso intense e all’insegna delle performance elevate.

I due LED verdi di cui è dotato il sensore rimangono a diretto contatto del polso e ricostruiscono ritmo cardiaco e frequenza HR in tempo reale, a partire dal volume di sangue sotto la pelle, interpretato con appositi algoritmi riconosciuti a livello internazionale.

La mancanza di un display esclude una consultazione immediata direttamente su device, che però è facilmente integrabile in una preesistente rete personale per il fitness, grazie al doppio standard di connettività Bluetooth Smart e ANT+.

Via wireless potremo non solo contare sulla prevedibile integrazione con smartphone (una caratteristica ormai scontata), ma anche sulla compatibilità con molti device dotati della stessa tecnologia, siano essi tablet, orologi GPS (tra cui i Garmin) e mini-computer per il ciclismo, andandone a compensare l’assenza di un cardiofrequenzimetro integrato.

Il Mio Link può essere tranquillamente indossato insieme ad altri dispositivi per lo sport ed è utilizzabile con le più famose app per il fitness, come Stavra, Edmondo e Runtastic, tanto in ambiente Android che iOS. Ad esse si affianca l’app proprietaria Mio GO, indispensabile per associare il cardiofrequenzimetro allo smartphone e leggere su display del telefono i dati.

L’app consente innanzitutto di settare le zone cardio di riferimento personalizzate, con massimi e minimi per ciascuna (il dispositivo ne supporta fino a cinque). Il secondo passaggio consiste nella selezione della modalità Zona di allenamento o di quella Allarme di zona.

Mio Link CardioLa prima si limita ad indicare con i LED del dispositivo la zona di frequenza cardiaca attuale, distinguendo in differenti colori tra FC a riposo, leggera, moderata e massima. L’Allarme ricorre alle stesse segnalazioni luminose, ma per comunicare la permanenza all’interno della ZC di riferimento o il suo superamento, per eccesso o difetto.

La batteria ai polimeri di litio non è tra le più performanti e garantisce un massimo di 6-8 ore di monitoraggio cardio, dopodiché dovremo ricorrere alla basetta magnetica in dotazione per la ricarica via USB, o collegare il dispositivo al PC.

Naturalmente la traduzione di questa autonomia in termini di giorni o settimane è fortemente dipendente dalla frequenza e durata dei nostri allenamenti.

Funzioni di Activity Tracking

Esiste un solo parametro per valutare le funzionalità del Mio Link: l’accuratezza del monitoraggio cardio.

Lo abbiamo messo alla prova sia per FC a riposo che sotto stress, con zone cardio di intensità crescente, riscontrando una buona stabilità nella maggior parte dei casi. La precisione da ECG vantata nella copertura pubblicitaria di Mio è forse un’esagerazione, ma il Mio Link si avvicina in effetti alle letture di fasce toraciche professionali come quelle prodotte da Garmin o Suunto.

Mio Link ProvaQuesto è particolarmente vero ad esempio nella corsa, mentre in acqua i risultati cambiano sensibilmente. La stessa Mio dichiara nel libretto di istruzioni che il sensore HR non garantisce le stesse performance in vasca, ma questo è un limite della tecnologia ottica in sé, piuttosto che del Mio Link.

Va poi considerata la gittata ridotta del segnale wireless sott’acqua. Il device misura la frequenza cardiaca ma non la registra in una memoria interna, quindi il monitoraggio sarà possibile solo se lo indossiamo allo stesso braccio su cui si trova anche uno sportwatch compatibile, come il Garmin Fenix 3, il Garmin Vivofit o un Garmin Forerunner.

Più in generale, il sensore presenta sporadici picchi di frequenza non corrispondenti a verità e per funzionare adeguatamente deve essere indossato come da istruzioni, cioè non a contatto con l’ossatura del polso e ben stretto attorno ad esso.

Anche in questo caso stiamo parlando di “difetti” propri di questa tecnologia, che in nome della compattezza e della comodità, rinuncia almeno in parte alla maggior affidabilità garantita dalle fasce cardio.

Monitoraggio del Sonno

Il Mio Link non è dotato di funzionalità legate al monitoraggio del sonno. Il suo scopo primario è la misurazione della frequenza cardiaca, per l’ottimizzazione degli allenamenti in riferimento alle proprie zone cardio designate.

Quello che invece è possibile, con qualche piccolo accorgimento, è la rilevazione della frequenza HR a riposo, che rimane un valido indicatore dei livelli di stress del corpo. Per effettuare questo “test” del tutto informale, dovremo caricare al massimo la batteria del device – che difficilmente riuscirà a superare le 8 ore di attività continua – e sincronizzarlo con la nostra app preferita su smartphone per la registrazione dei dati.

Notifiche

Il Mio Link non supporta in alcun modo le notifiche da smartphone, sia perché privo di display, sia in virtù del suo focus sul solo monitoraggio della frequenza cardio.

In normali condizioni, è comunque molto probabile che il sensore sia utilizzato in accoppiata con un più performante orologio GPS, collegato via wireless, senz’altro in grado di soddisfare le esigenze dell’utente in termini di notifiche da telefono.

 

Dove Acquistarlo al Miglior Prezzo?

 

Scheda Tecnica

  • Caratteristiche generali
    Materiali: Silicone morbido
    Display: LED
    Batteria: ricaricabile tramite USB
    Autonomia: 6-8 ore ca.
    Impermeabilità: 3 ATM
  • Dimensioni
    Slate Grey Large: 265x440x300 mm (lxwxh), Peso: 33,7 g
    Slate Grey S/M: 235x290x109 mm (lxwxh), Peso: 29,7 g
    Arctic: 235x290x109 mm (lxwxh), Peso: 29,7 g
  • Sensori
    Sensore ottico per il monitoraggio della frequenza cardiaca
  • Connettività
    Bluetooth SMart 4.0 e Ant+
  • Compatibilità
    SMARTPHONE E TABLET
    iPhone 4S/5/5C/5S/6/6 Plus
    iPod Touch 5
    iPad 3/4/Air/Mini
    Samsung Galaxy S4/S5
    Samsung Galaxy Note 3
    Google Nexus 4/5
    Android 4.3 Jelly Bean e superiori con Bluetooth Smart 4.0
    GPS WATCHES
    Garmin Fenix
    Garmin Forerunner (tutti i modelli)
    Garmin Vivofit

 

Vantaggi e Svantaggi

vantaggi

Vantaggi

  • Zone cardio multiple
  • Compatibilità con le app per il fitness/sport
  • Connettività Bluetooth e ANT+
  • Molto comodo

svantaggi

Svantaggi

  • Inaffidabile in acqua
  • Deve essere posizionato con cura
  • Privo di display
  • Autonomia limitata

 

Le Nostre Opinioni

Il Mio Link è un monitor HR per gli sportivi stanchi di indossare le tradizionali fasce cardio. La rilevazione del battito da polso è il suo unico scopo e l’unica caratteristica che troverete supportata all’interno dell’app Mio GO.

Atleti professionisti, runner e appassionati di fitness sanno oggi quanto sia importante la frequenza cardiaca, per scendere in profondità nelle metriche e valutare il reale stato della propria forma fisica.

Per tutti loro, Mio Link è un utile strumento di analisi, apprezzabile per il comfort, la compatibilità con le principali app per il fitness e l’attenzione dedicata da Mio al controllo non solo del battito in termini assoluti, ma delle zone cardio di riferimento, ampiamente personalizzabili tramite GO.

I puristi delle fasce cardio continueranno a preferirle perché più affidabili – per ora – di qualsiasi sensore ottico, ma il Mio Link è un valido esempio di quanto questa tecnologia sia cresciuta negli ultimi tempi e di come si prepari a diventare, con tutta probabilità, lo standard del futuro.

Voti Finali

  • Design - 8.0/10
    8.0/10
  • Materiali - 7.9/10
    7.9/10
  • Rilevazione - 8.1/10
    8.1/10
  • Qualità / Prezzo - 8.5/10
    8.5/10

Voto Totale

8.1/10

 

Dove Acquistarlo al Miglior Prezzo?

 

Share Button

Visualizza le altre Recensioni della stessa categoria