Migliori SmartwatchTroppi modelli e non sai qual è il miglior Smartwatch? Niente paura, in questa pagina troverai la nostra classifica costantemente aggiornata con tutti i Migliori Smartwatch che il nostro Staff ha recensito per te.

Abbiamo dunque deciso di scegliere e selezionare direttamente i migliori smartwatch, prendendo in considerazione i fattori più importanti come la qualità dei materiali, le funzionalità, la precisione e soprattutto il prezzo. Per ogni modello di smartwatch, troverai dei bottoni che ti reindirizzeranno direttamente all’Offerta Migliore su Amazon e Ebay, oltre al link per andare direttamente alla nostra recensione dettagliata con foto, video, valutazioni e opinioni degli utenti.

 

Il Migliore Smartwatch

I Migliori Smartwatch – Classifica

Il Miglior Smartwatch

Samsung Gear S2

Samsung Gear S2


Samsung Gear S2: Questo smartwatch reso disponibile da Samsung è disponibile in 3 diverse varianti; si tratta del Gear S2, del Gear S2 classico e del Gear S2 3G. Se i primi due si differenziano principalmente per lo spessore (il modello classico risulta più sottile e, di conseguenza, meno pesante), il Gear S2 3G si mette in evidenza per le funzionalità da GSM. Indipendentemente dalla versione, a caratterizzare il device sono il suo design circolare e la presenza di 2 tasti fisici. Il primo viene utilizzato per tornare indietro da una schermata all’altra, mentre il secondo permette di tornare direttamente alla “home”, oltre che a lanciare l’app drawer. Altro elemento importante è la ghiera girevole, da impiegare per navigare facendo ricorso all’interfaccia Tizen. Rispetto alle altre versioni, il Gear S2 3G mette a disposizione dell’utente una e-SIM, il GPS, uno speaker e una batteria che si distingue per una maggiore potenza (300 mAh in luogo di 250 mAh).
Il Gear S2 classico ha un aspetto decisamente tradizionale, presentando un cinturino di pelle; quest’ultimo può essere sostituito con altri cinturini dello spessore di 20 mm. Ottima l’idea di Samsung di inserire nella confezione un secondo cinturino, più corto, destinato ad accogliere i polsi più sottili, come quelli femminili. Il display circolare da 1,2 pollici è di tipo Super AMOLED, con una risoluzione di 360×360 pixel e una densità di 302 pixel per pollice. Questo display, oltre a non dare problemi quando il device viene utilizzato sotto la luce diretta del sole, dimostra tutta la sua qualità soprattutto nel caso in cui vengano impiegati sfondi neri, che risalteranno notevolmente. Rispetto agli schermi LCD, quelli AMOLED hanno anche il vantaggio di ridurre il consumo della batteria. Il produttore coreano ha voluto offrire agli utenti alcune impostazioni volte a gestire la luminosità preinstallando, inoltre, 17 sfondi preinstallati. In questo ambito, la personalizzazione è estremamente elevata.
A protezione dello schermo è stato posto un pannello in vetro Gorilla Glass 3. Non manca una cornice in acciaio inossidabile, che aggiunge ulteriore protezione dai graffi. I diversi modelli possono fare affidamento sulla certificazione IP68. Tra le altre caratteristiche merita di essere segnalata la presenza di NFC e Wi-Fi, che funzionano perfettamente, anche se portano ad un consumo non indifferente della batteria. Inoltre, scegliendo la versione 3G si avrà a disposizione uno speaker attraverso il quale effettuare e ricevere chiamate (quando non è possibile utilizzare lo smartphone). La sincronizzazione con lo smartphone avviene via Bluetooth.
La ghiera presente può essere ruotata ad intervalli regolari, operazione che consente di navigare nei menu e tra le liste. Quando raggiunge la parte inferiore di un menu l’utente viene avvisato attraverso un feedback tattile e un effetto luminoso sul bordo del display. È possibile avere accesso anche ad un’area dedicata alle notifiche e a diverse app dedicate (dal meteo al calendario, fino al cardiofrequenzimetro).

>> Leggi la nostra Recensione sul Samsung Gear S2




 

Il Miglior Smartwatch Economico

Sony Smartwatch 2

Sony Smartwatch 2


Sony Smartwatch 2: Questo dispositivo è stato proposto da Sony per offrire ai consumatori un aggiornamento della prima generazione dello smartwatch. Non sono stati pochi, infatti, gli utenti che hanno lamentato problemi di batteria e di visibilità alla luce del sole. Il nuovo smartwatch è riuscito a risolvere brillantemente questi problemi aggiungendo, inoltre, alcune funzionalità sicuramente interessanti.
Il Sony SmartWatch 2 sorprende per la sua solidità, abbinata a scelte estetiche che ne esaltano l’eleganza. In particolare, si è rilevata ottima la decisione di fare ricorso ad una lega speciale d’alluminio. Nonostante le dimensioni non particolarmente ridotte (si parla di 42x9x41 mm), questo dispositivo colpisce per la sua leggerezza, arrivando a pesare 122,5 grammi, un valore non eccessivo. Il device è compatibile con qualunque cinturino standard da 24 mm; si tratta di una caratteristica che garantisce un’ampia possibilità di personalizzazione. Si avvale della certificazione IP57 non temendo, in questo modo, elementi come acqua e polvere.
Il display touch ha una diagonale di 1,6 pollici, gode della tecnologia transflessiva e dispone di una risoluzione 220×176 pixel. Sopra allo schermo è stato posto un sensore di luminosità, che permette la regolazione automatica; nella parte inferiore del Sony Smartwatch 2, invece, si trovano 3 tasti soft touch, ai quali sono state assegnate, rispettivamente, le funzioni indietro, opzione e “home”. Se sul lato destro è stato posto il tasto di accensione, su quello sinistro uno sportellino ricopre il connettore di ricarica. La connessione ad uno smartphone può essere effettuata grazie al chip nfc, quest’ultimo affiancato dal modulo bluetooth 3.0. Per quanto riguarda il processore montato all’interno del dispositivo, la scelta di Sony è stata quella di ricorrere ad un processore ARM cortex-M4, un single core con un clock di 180 MHZ, che si accompagna al sistema operativo proprietario della stessa Sony. Quest’ultimo risulta compatibile con gli smartphone che utilizzano una versione di Android 4.0, oppure superiore. La batteria al litio integrata è da 140 mHa, e consente di utilizzare il device per circa 5 giorni; mantenendo acceso lo smartwatch anche nel corso delle ore notturne, l’autonomia si ridurrà a 3 giorni. Se la presenza di Bluetooth e NFC è un punto a favore, la mancanza del GPS integrato richiede all’utente di portare con sé uno smartphone per ricorrere alla geolocalizzazione. Grazie allo Smartwatch 2 è possibile ricevere diverse notifiche, a partire da quelle relative alle chiamate in entrata (o alle chiamate perse), passando per SMS/MMS ed email. Si tratta di notifiche reali; questo significa, ad esempio, che all’arrivo di un’email l’utente potrà leggere sul dispositivo un’anteprima del testo scritto. Accorgersi di una notifica è semplice, in quanto lo smartwatch inizierà a vibrare. È sufficiente installare delle applicazioni apposite, invece, per poter avere a disposizione anche le notifiche social.

>> Leggi la nostra Recensione sul Sony Smartwatch 2




 

Il Miglior Smartwatch Android Wear – Sony

Sony SmartWatch 3

Sony SmartWatch 3


Sony SmartWatch 3: si presenta all’interno di una confezione trasparente, che permette al dispositivo di avere fin da subito un impatto positivo sull’utente. Estratto dalla confezione è possibile notare una prima differenza rispetto al modello precedente, ossia la mancanza di una dock station. Per la ricarica, infatti, è sufficiente collegare il cavo USB-microUSB al Pc. Dal punto di vista estetico, la scelta è stata quella di proporre uno smartwatch in grado di attirare un pubblico amante dello sport e del fitness. Grazie alla cura dei dettagli può essere indossato non solo nel corso degli allenamenti, ma anche in qualsiasi altro momento della giornata; la certificazione IP68 lo proteggerà adeguatamente. Il cinturino, ad esempio, risulta particolarmente comodo e dotato di una chiusura eccellente; inoltre, non essendo un modello standard, può essere sostituito con altri cinturini realizzati dalla stessa Sony . Il processore adottato è uno Snapdragon 400 quad core da 1,2 Ghz, con una RAM da 512 MB e una memoria interna di 4 GB. Da sottolineare che il GPS fa la comparsa, per la prima volta, in un modello basato su Android Wear. Se lo speaker non è presente, non manca un microfono per i comandi vocali.
Il display quadrato da 1,6 pollici offre una risoluzione di 320×320 pixel, e dispone di una tecnologia nota come “Transflective”. Attraverso quest’ultima, anche con il dispositivo in standby, l’utente ha la possibilità di verificare l’ora grazie alla riflessione della luce ambientale, senza dover necessariamente ricorrere alla retroilluminazione del display. I vantaggi, dal punto di vista del consumo della batteria, sono evidenti.
Considerando le funzionalità dell’orologio, sono poche le novità rispetto al modello precedente. L’utente può affidarsi a Google Now per impartire comandi vocali (nell’ambito della navigazione o per impostare un timer),e ha la possibilità di controllare le notifiche ricevute sul proprio smartphone in tempo reale (potrà ignorarle oppure decidere di interagire).
Grazie al contributo offerto dallo schermo transflective, e alla presenza di una batteria da 420 mAh, Sony Smartwatch 3 arriva a garantire 2 giorni di autonomia, risultato ottenibile ovviamente facendo a meno di utilizzare il GPS.

>> Leggi la nostra Recensione sul Sony SmartWatch 3




 

Il Miglior Smartwatch Android Wear – Asus

Asus ZenWatch 2

Asus ZenWatch 2


Asus ZenWatch 2: è stato lanciato sul mercato come una versione migliorata del modello precedente. Si distingue per un’esperienza utente che raggiunge un modello più alto, per un rapporto qualità/prezzo soddisfacente e per l’interesse mostrato dall’azienda produttrice al fattore design. Sono due le versioni proposte, che si differenziano per le dimensioni del display. La prima, infatti, presenta uno schermo da 1,63 pollici; la seconda, invece, ha un display più contenuto, da 1,45 pollici. La massima personalizzazione è assicurata dalle 3 diverse colorazioni offerte e da ben 18 cinturini, ognuno caratterizzato da un colore. In merito agli stessi cinturini, occorre sottolineare la facilità di rimozione, operazione eseguibile comodamente attraverso un apposito perno.
In base al colore del dispositivo variano anche i dettagli assegnati al tasto fisico che potrà avere, rispettivamente, dettagli color oro o argento. Una differenza rispetto al predecessore interessa il tasto fisico che, invece di essere collocato nella cassa, si trova “ad ore tre”, rivelandosi più funzionale. Il microfono è situato nella parte sinistra del device, e ha la funzione di riconoscere i comandi vocali impartiti dall’utente. Posteriormente sono posizionati i connettori per la ricarica, da effettuarsi tramite l’apposito dock.
La certificazione IP67 assegnata a ZenWatch 2 conferma la sua resistenza all’acqua. A conferma del buon lavoro fatto con il primo modello, la scelta del produttore è stata quella di confermare il display da 1,63 pollici, che offre una risoluzione di 320×320 pixel e una densità di 278 ppi; è protetto da un vetro Gorilla Glass 3, ideale per la protezione da urti e graffi. L’utente ha la possibilità di regolarne manualmente la luminosità, oltre a scegliere se mantenere lo schermo attivo 24 ore su 24, o se limitare l’accensione con una semplice modifica delle impostazioni. Inoltre, viene lasciata la possibilità di adottare uno dei 50 sfondi proposti.
A livello di prestazioni, si segnala la presenza dello Snapdragon 400, già sperimentato nel modello precedente; una scelta che, da un lato, ha permesso di mantenere un prezzo di vendita vantaggioso e, dall’altro, offre al cliente un device capace di lavorare senza particolari problemi di rallentamenti grazie ai 512MB di RAM e ai 4GB di memoria interna.
Per quanto concerne il sistema operativo, questo smartwatch utilizza la versione più recente di Android Wear, supportando senza problemi sia dispositivi Android che iOS. Non mancano servizi esclusivi di Asus attraverso i quali l’utente potrà, ad esempio, affidarsi ad un “assistente intelligente” in grado di dare priorità alle notifiche più importanti. Non manca un pedometro veloce, da impiegare per tenere monitorata l’attività fisica. Infine, occorre ricordare come ZenWatch 2 goda di una batteria ottimizzata rispetto a quella utilizzata in precedenza. Si tratta di un modello da 400 mAh che, messa in carica solamente per 36 minuti, riesce a far raggiungere allìorologio il 50% della carica.

>> Leggi la nostra Recensione sull’ Asus ZenWatch 2




 

Il Miglior Smartwatch Android Wear – Lg

LG Watch Urbane

LG Watch Urbane


LG Watch Urbane: Con LG Watch Urbane, l’azienda coreana ha realizzato uno smartwatch in grado di sorprendere per diversi motivi, a partire dai materiali utilizzati. È sufficiente ricordare la presenza dell’acciaio inox, e di rifiniture in oro e argento, per rendersi conto degli sforzi fatti dal produttore da questo punto di vista. Viene lasciata comunque ai consumatori la possibilità di scegliere tra diverse rifiniture. Se il corpo, in qualsiasi versione, è in acciaio inox, le colorazioni che possono accompagnarlo sono diverse; oltre alle due appena citate si aggiungono, ad esempio, il nero e l’argento. Il sistema di chiusura adottato permette di cambiare il cinturino in vera pelle presente (di 22 mm) con altri modelli realizzati in metallo o silicone. Le dimensioni di questo smartwatch sono pari a 45,5×52,2×10,9 mm, con un peso che, a causa dei materiali utilizzati, arriva a toccare i 66,5 grammi.
Grazie alla qualità del device, e al conseguente prezzo di vendita, questo dispositivo appartiene alla fascia alta di mercato. Fin dal momento della presentazione, il presente smartwatch sembra aver attirato l’attenzione del pubblico femminile, che trova nella compattezza e nell’aspetto distinto caratteristiche importanti. Ad ogni modo, questo articolo può essere indossato senza problemi anche dagli uomini, soprattutto da parte di coloro che desiderano essere eleganti anche negli accessori. LG ha scelto, per questo orologio, un display P-OLED delle dimensioni di 1,3 pollici, con una risoluzione di 320×320 e 245ppi. Lo schermo appare perfettamente leggibile, e offre angoli di visione che, seppur non raggiungendo livelli eccelsi, sono in grado di soddisfare pienamente gli utenti. Per assicurare un livello di eleganza ancora maggiore, l’azienda produttrice non ha aggiunto pulsanti fisici; è presente solamente una corona. Ad affiancare lo schermo P-OLED è un potente chipset come lo Snapdragon 400 da 1.2 GHZ, con 1 GB di RAM e 4 GB di memoria integrata. Il sistema operativo sul quale può fare affidamento questo modello è Android Wear, nella versione 5.1.1. Si rivela ottimo il supporto al Wi-Fi, attraverso il quale viene lasciata la possibilità di connettersi ad una rete per ricevere le notifiche; allo stesso momento potranno essere inviati messaggi. A rendere ancora più appetibile questo modello è la sua compatibilità con le principali apps proposte da Google, come Gmail, Play Music ed LG Pulse. Quest’ultima, in particolare, viene utilizzata per tenere monitorata la frequenza cardiaca, oltre che per differenziare le metriche in base allo sport praticato, assicurando un calcolo estremamente preciso. Su LG Watch Urban è presente anche l’app Fit, attraverso la quale l’utente avrà accesso al cardiofrequenzimetro e al contapassi.
Pur mancando il GPS, la presenza di un accelerometro e di un barometro consente di tracciare l’attività sportiva; non avendo il GPS questo dispositivo risparmia energia. Infine, la certificazione IP67 protegge lo smartwatch da polvere e acqua.

>> Leggi la nostra Recensione sul LG Watch Urbane




 

Il Miglior Smartwatch Android Wear – Motorola

Motorola Moto 360 2 Generazione

Motorola Moto 360 2 Generazione


Motorola Moto 360 2 Generazione: Pur conservando il nome del modello arrivato precedentemente sul mercato, sono diverse le novità proposte all’interno del Motorola 360 2^ generazione. Un primo cambiamento è relativo alla confezione che racchiude il device; se la sua forma circolare non si discosta da quella del primo modello, è stata aggiunta una copertura realizzata in plastica trasparente, che consente di vedere l’orologio ancor prima di estrarlo. Oltre a quest’ultimo, Motorola mette a disposizione un cavetto con presa micro USB, un alimentatore da parete da 0.2 A e una basetta da utilizzare per la ricarica. La ricarica stessa avviene ad induzione, modalità che consente di utilizzare il device come se fosse una sveglia mettendolo a caricare nelle ore notturne. Infatti, attraverso una luce tenue verranno mostrati orario e percentuale di ricarica. Inoltre, effettuando uno swipe potrà essere cambiato il colore del display.
Sono 4 le varianti del Motorola 360 di 2^ generazione. Le prime due hanno un diametro, rispettivamente, di 42 e di 46 mm, accompagnate da un cinturino da 22 mm, e sono state pensate per un pubblico maschile. La terza ha un diametro di 44 mm (con cinturino da 18); l’ultima, invece, è una versione realizzata per gli sportivi (gli è stato attribuito il nome di “Active”) e dispone di GPS integrato.
Per la cassa dell’orologio è stato impiegato acciaio inox 316L, che gode della certificazione IP67 (è resistente ad acqua e polvere). In tutte le versioni il tasto laterale è stato spostato a 45°; in questo modo risulta più facile premerlo anche mentre si è in movimento (saranno gli sportivi a trarne i maggiori benefici). Anche l’attacco del cinturino è variato; in questo modello si trova esposto, per facilitare la sostituzione e, allo stesso tempo, migliorare l’ergonomia attraverso una minore rigidità della parte interessata. A livello di processore, spazio allo Snapdragon 400, che sostituisce l’OMAP; la differenza è notevole, soprattutto considerando l’autonomia, che risulta migliorata del 40%. Lo snapdragon è affiancato da 512MB di RAM e da 4 GB di ROM. Per questo orologio è stato adottato Android Wear 1.3, con diverse personalizzazioni Motorola. L’utente può leggere le notifiche e interagire, per mezzo di Google Now, con i comandi vocali.
Tra le diverse funzionalità inserite nel device, una delle più interessanti è sicuramente Moto Body, dedicata al monitoraggio del battito cardiaco nel corso della giornata. Quest’ultima è in grado di generare un report che riporta le percentuali di carico, perfetto per gli appassionati di fitness.
L’utente ha a disposizione anche un sensore di battito cardiaco, un giroscopio e un accelerometro a 6 assi.
Il display adottato è un modello LCD IPS, che offre una risoluzione pari a 360×320 pixel, rivelandosi anche estremamente luminoso. La sua forma è circolare, ma risulta “tagliato” nella parte bassa, dove è stato ricavato uno spicchio nero dedicato al sensore di luminosità. Nulla da eccepire sugli angoli di visuale e sulla risoluzione; quest’ultima, ovviamente, raggiunge un livello più alto nella versione del device da 42 mm. A sorprendere è anche la visibilità dello schermo in caso di illuminazione diretta della luce solare.
Infine, per quello che riguarda la batteria, è presente un modello da 300 mAh nella versione da 42 mm, e uno da 400 mAh in quella da 46 mm. L’autonomia risulta di buon livello, anche se l’utente difficilmente riuscirà ad arrivare a 2 giorni consecutivi di utilizzo.

>> Leggi la nostra Recensione sul Motorola Moto 360 2 Generazione




 

Il Miglior Smartwatch Android Wear – Huawei

Huawei Watch

Huawei Watch


Huawei Watch: è un dispositivo realizzato completamente in acciaio, con un display in vetro zaffiro antigraffio. All’interno della confezione che lo racchiude, il produttore ha inserito un caricabatteria dotato di porta USB, con un supporto magnetico sul quale appoggiare lo smartwatch. Di forma circolare, e dal design classico, Huawei Watch ha un diametro di 42 mm, mentre lo spessore raggiunge 11.33 millimetri; per quanto riguarda il peso, quest’ultimo si attesta sui 49 grammi, permettendo agli utenti di indossarlo con la massima comodità. Sul fondo del dispositivo è presente il cardio frequenzimetro; l’unico tasto funzione, invece, è posto sul lato destro del device, in alto. Huawei Watch è stato presentato sul mercato in diverse configurazioni; le colorazioni disponibili sono il nero, l’oro e il silver. Anche per quanto riguarda cinturini e bracciali, la scelta è ampia, riuscendo a soddisfare i gusti degli utenti, anche di quelli più esigenti.
Questo smartwatch gode della certificazione IP67; pertanto, può essere immerso in acqua fino ad una profondità di un metro per un tempo massimo di 30 minuti.
Esaminando le specifiche tecniche, deve essere segnalata innanzitutto la presenza di un processore Qualcomm Snapdragon 400 da 1.2 GHz, accompagnato da una memoria RAM da 512MB e da 4GB di memoria integrata. A livello di connettività, Huawei Watch è compatibile con Wi-Fi e Bluetooth 4.1 BLE. Da sottolineare la presenza di elementi come microfono, giroscopio a sei assi, accelerometro e barometro.
Tornando al display, citato inizialmente, la scelta è ricaduta su uno schermo AMOLED da 1.4 pollici, che mette a disposizione degli utenti una risoluzione pari a 400×400 pixel. Grazie ad un contrasto elevato (10.000:1), e ad una densità di 286 ppi, la leggibilità dello schermo risulta ottima anche in caso di esposizione diretta ai raggi del sole. A contribuire alla leggibilità è anche l’attenzione dedicata all’angolo di visione, che risulta piuttosto ampio. L’utente ha la possibilità di mantenere sempre attivo il display, oppure di attivarlo mediante un movimento del polso.
Il sistema operativo adottato per questo device è Android Wear, nella versione 1.3; oltre a supportare le reti Wi-Fi, offre quadranti interattivi.
Tra le applicazioni presenti, si rivelano molto utili quelle dedicate agli amanti del fitness e le applicazioni destinate al monitoraggio dei battiti cardiaci. È anche possibile tenere sotto controllo le diverse attività compiute nel corso di una giornata e le calorie consumate.
All’interno dello smartphone è presente una batteria integrata da 300 mAh, che garantisce un paio di giorni di utilizzo; questo nel caso in cui l’utente spenga il dispositivo nelle ore notturne. La ricarica può essere ultimata in circa 2 ore.

>> Leggi la nostra Recensione sull’ Huawei Watch




 

Il Miglior Smartwatch per iPhone

Apple iWatch

Apple Watch


Apple Watch: smartwatch proposto dalla famosa azienda californiana, è stato lanciato in 3 tipologie diverse, ognuna delle quali si avvale di un’apposita confezione. Si tratta delle versioni denominate “Sport”, “Watch” ed “Edition” vendute, rispettivamente, in una scatola rettangolare, quadrata (di colore bianco) e nera. Non variano gli accessori inseriti, ossia l’alimentatore e il cavo USB (con apposito caricabatteria magnetico). Se il modello “Sport” vede una scocca realizzata in alluminio, per la versione “Watch” è stato fatto ricorso all’acciaio inossidabile; infine, per la versione “Edition” la scelta è stata quella di utilizzare dell’oro 18 carati. Per ogni modello sono due le finiture tra le quali è possibile scegliere, ossia l’argento/space grey e l’abbinamento oro giallo/rosa. A variare, tra una versione e l’altra sono i vetri a protezione degli schermi, che possono essere in vetro Ion-X oppure in zaffiro.
Sempre per ogni versione vengono proposte due dimensioni diverse dello schermo, rispettivamente di 38 e 42 mm. Per quanto riguarda lo spessore, quest’ultimo è pari a 10.5 millimetri; un valore che non permette di inserire Apple Watch tra gli smartwatch più sottili del mercato ma che non rappresenta, nel caso di questo modello, un elemento fastidioso. Il peso delle diverse versioni è compreso tra i 40 e i 50 grammi.
Sulla parte frontale si trova uno schermo Retina; se i quadranti da 38 mm offrono una risoluzione di 340×272 pixel, gli Apple Watch da 42 mm riescono a raggiungere i 390×312 pixel. Per quello che concerne la luminosità massima, si attesta sui 450 cd/m2, un valore piuttosto elevato che regala una grande leggibilità. L’esperienza d’uso risulta di buon livello, anche in virtù dell’angolo di visione. Occorre ricordare come venga lasciata all’utente la possibilità dell’utente di variare la luminosità manualmente, oppure di lasciare che sia il device a farlo al posto suo, in modo automatico.
Questo smartwatch può fare affidamento su un tasto laterale, attraverso il quale vengono attivate diverse funzioni. Premendolo una volta verranno mostrati i contatti. Con una pressione prolungata, invece, è possibile spegnere il dispositivo, oppure metterlo in blocco; se la pressione viene esercitata mentre si utilizza un’applicazione, quest’ultima sarà chiusa. Anche agendo sulla corona è possibile ottenere diversi risultati; ad esempio, dalla schermata home, con una pressione, si visualizzerà l’orologio. La corona può anche essere ruotata; in questo modo si potrà gestire lo zoom, oppure scorrere tra diverse opzioni (che varieranno in base alla schermata di partenza). Premendo, allo stesso momento, pulsante e corona, l’utente può catturare uno screenshot, oppure riavviare l’Apple Watch. Il sensore per il battito cardiaco si trova in posizione posteriore, integrato nella cassa, ed è composto da 4 lenti (due sono i fotodiodi, le altre sono LED). Il battito viene misurato tenendo sotto controllo il ritmo del flusso. Questo device può contare sul certificato IPX7; grazie a questa caratteristica si dimostra resistente a pioggia, sudore e spruzzi d’acqua. Il sistema operativo utilizzato è Watch OS, una variante di iOS che ha molto in comune con il sistema impiegato per iPhone e iPad.

>> Leggi la nostra Recensione sull’ Apple Watch




 

Il Miglior Smartwatch in alternativa ad Android Wear

Pebble Time

Pebble Time


Pebble Time: rappresenta uno smartwatch che ha nello schermo adottato la sua particolarità. Infatti, dispone di un display e-paper a colori, capace di garantire consumi estremamente bassi. Inoltre, è un dispositivo che risulta molto semplice da gestire grazie ad un’interfaccia particolarmente intuitiva. La scocca, di forma rettangolare, ha misure decisamente contenute ed uno spessore ridotto; è realizzata in policarbonato, e viene proposta in diversi colori (bianco, nero e rosso), che si abbinano ai cinturini in silicone. Questi ultimi, oltre a rilevarsi molto morbidi, dispongono di un aggancio in metallo, che risulta semplice da regolare, assicurando anche una chiusura efficace. A rendere ancora più comodo il dispositivo è il peso, di soli 42,5 grammi. Indipendentemente dalla versione scelta, la ghiera in acciaio inossidabile non varia, presentandosi sempre di colore grigio (opaco). Pebble Time non dispone di uno schermo touch screen, affidandosi a 3 pulsanti fisici posti sul lato destro e ad un quarto pulsante posizionato sulla sinistra. Nella parte posteriore si trova la porta destinata alla ricarica del dispositivo, operazione effettuabile attraverso un cavo USB. Questo device si rivela ottimo a livello di impermeabilità; può resistere, infatti, fino ad una profondità di 30 metri. Inoltre, non ha problemi di funzionamento anche in condizioni di temperatura estreme (da un minimo di -10 ad un massimo di +60 gradi Celsius).
Esaminando maggiormente nel dettaglio lo schermo a colori da 1.25 pollici, quest’ultimo si avvale della tecnologia e-paper. Quest’ultima fa ricorso all’energia elettrica solamente nel caso in cui venga cambiata l’immagine; pertanto, lasciare acceso 24 ore su 24 Pebble Time non porta a consumare velocemente la batteria. In ogni momento l’utente potrà verificare le notifiche ricevute senzail disturbo rappresentato dallo stand-by. Nonostante i colori utilizzati dal display siano solo 64, e la risoluzione raggiunga valori di 144×168 pixel, lo schermo risulta molto leggibile, anche quando viene illuminato direttamente dal sole.
L’app Pebble Time destinata ad Android permette, tra le altre cose, di configurare le notifiche e di variare le impostazioni personalizzate. anche la versione per iOS ha funzioni simili.
Per quanto riguarda l’autonomia, il produttore indica in 7 giorni la durata di una singola carica; ovviamente, come per tutti i prodotti tecnologici, la durata effettiva dipenderà dalle modalità di utilizzo e dalle funzioni attivate.

>> Leggi la nostra Recensione sul Pebble Time




 

Il Miglior Smartwatch per Durata Batteria

Pebble Time Steel

Pebble Time Steel


Pebble Time Steel: Come appare evidente fin dal suo nome, Pebble Time Steel si caratterizza per la presenza di un materiale come il metallo. Chi lo desidera può acquistarlo con un cinturino dello stesso materiale, oppure optare per un cinturino in pelle. A livello di hardware, e prendendo in esame il contenuto software, questo dispositivo risulta praticamente uguale al Pebble Time. Le differenze, infatti, sono limitate all’aspetto estetico, con la versione “Steel” che appare sicuramente più elegante.
Il fatto di aver adottato il metallo permette al dispositivo di essere molto più solido; maggior cura è stata dedicata anche ai dettagli. Inoltre, il fatto di presentare solo il vetro (impiegato per la cassa) oltre al metallo, evita qualsiasi scricchiolio.
Se la batteria è uno dei punti di forza dei device prodotti da Pebble, la nuova versione non fa rimpiangere le precedenti da questo punto di vista, soprattutto se confrontato con modelli simili presentati sul mercato. Questo indossabile, infatti, garantisce un utilizzo minimo di 5 giorni. Addirittura, l’azienda produttrice parla di un’autonomia massima di 10 giorni. Come per le versioni presentate da Pebble in passato, la scelta è ricaduta su uno schermo always-on che, pur non potendo offrire una risoluzione elevata, non pecca in tema di luminosità. Anche a retroilluminazione spenta, infatti, si dimostra leggibile senza problemi. Per quanto riguarda le caratteristiche dello schermo, queste ultime sono uguali a quelle del Pebble Time; il display è da 1,26 pollici con una risoluzione di 144×168 pixel. Meritano di essere ricordati una lunga serie di moduli e dei sensori intelligenti, i principali dei quali sono NFC, il GPS e il cardiofrequenzimentro.

>> Leggi la nostra Recensione sul Pebble Time Steel




 

Il Miglior Smartwatch per Durata Batteria – Economico

Pebble Classic

Pebble Classic


Pebble Classic: è uno dei numerosi smartwatch prodotto dalla famosa azienda californiana. Ha una lunghezza di 52 millimetri, una larghezza di 36 millimetri e una profondità di 11,5 millimetri, per un peso pari a 38 grammi. Come per gli altri modelli proposti recentemente sul mercato dal produttore, il display è da 1,25 pollici, con una risoluzione di 144×168 pixel. Dal punto di vista estetico, la scelta è stata quella di adottare un design leggermente retrò, anche grazie alla presenza di uno schermo quadrato, che contribuisce ad aumentarne il fascino. I quattro pulsanti presenti sporgono lateralmente di qualche millimetro, ma questo non influisce negativamente sull’estetica.
A variare è il display, in questo caso non a colori ma in bianco e nero; la tecnologia adottata è sempre quella denominata e-paper. Il processore adottato è un ARM Cortex-M3 da 80 MHz. Tra i sensori proposti si segnalano l’accelerometro a 3 assi, la bussola e il sensore di luminosità. Attraverso il Bluetooth è possibile associare questo dispositivo a diversi smartphone, purché compatibili (dall’iPhone 3GS all’iPod Touch, fino agli smartphone Android dotati almeno di OS 2.3). Questo modello, invece, non risulta compatibile con Windows Phone 7, Blackberry, Bada e Firefox OS.
Il paring con lo smartphone può essere effettuato subito dopo aver estratto il dispositivo dalla sua confezione; si tratta dell’unica operazione richiesta per configurare Pebble Classic. Successivamente, l’utente avrà la possibilità di personalizzare diverse funzioni; ad esempio, sono disponibili 8 slot, che potranno essere “riempite” in base alle esigenze dell’utente stesso, aggiungendo applicazioni e giochi. Saranno sufficienti solo pochi click per portare a termine l’operazione. Anche questo modello dispone di una batteria da 130 mAh di lunga durata; con un impiego normale, il device può essere utilizzato per 7 giorni. La ricarica dovrà essere eseguita attraverso il cavo USB con connettore magnetico inserito nella confezione.

>> Leggi la nostra Recensione sul Pebble Classic




 

Sei ancora indeciso su quale Smartwatch Comprare?

Se non siete riusciti ancora ad individuare il Miglior Smartwatch per le vostre esigenze e quindi non avete idea di Quale Smartwatch Scegliere, lasciate pure un commento qui sotto, un membro del nostro Staff vi risponderà quanto prima per aiutarvi.

Share Button